Racconti di Uomini



“Ma come mai la serata di RACCONTI DI UOMINI la tieni tu che sei una donna? Non so se sarei disposto a partecipare e a parlare davanti a una donna…” mi ha chiesto un ragazzo, domenica a Roma e io l’ho trovata una bellissima e lecita domanda.

Ne faccio un post perché penso possa essere utile ad altri.

Dopo aver fatto il primo incontro tra donne, ho sentito che tutto ciò che era emerso apparteneva ad un solo emisfero, quello femminile chiaramente, ma ho realizzato che tale emisfero resterà sempre zoppo se quello maschile non può esprimere se stesso.

Quindi, hai ragione, è un po’ strano che io, che sono una donna, proponga incontri di soli uomini, però è ciò che ho sentito necessario, quindi ho pensato che o lo facevo io o restava da fare, per questo motivo ho lanciato l’idea, idea che è stata accolta molto bene.

Detto questo però, ti spiego un po’ nel dettaglio ciò che intendo fare.

Il mio compito sarà:

- innanzitutto di fungere da catalizzatore: intorno a me si raduneranno gli uomini che sentono di volersi incontrare e stare insieme per condividere ( e avranno molto in comune l’uno con l’altro);

- in secondo luogo sarò una ‘ascoltatrice neutrale’, sarò 'ascolto senza giudizio', che si tratti di ascoltare parole o silenzi, che si tratti di difficoltà o felici condivisioni felici, io resterò centrata sull’ascolto non giudicante e questo sarà fondamentale per ciascun presente.

- ultimo fattore: testimoniando la volontà di creare gruppo e l’apertura verso l'unione, ogni partecipante ne verrà toccato e potrà sentirsi a proprio agio anche tra sconosciuti.


In realtà non è diverso da ciò che faccio ai corsi.

Il mio scopo è di far sentire le persone a casa loro, non di insegnare qualcosa, non di migliorarle (…migliorare che?), non di spronarle, ma di farle sentire a casa qui e ora: nel loro corpo fisico, con le loro emozioni, con i loro pensieri.

Se accade il miracolo che qualcuno si senta perfetto così com’è adesso, io ho raggiunto il mio scopo.

E se quella sensazione dura anche solo due secondi, io ho raggiunto il mio scopo perché da quel momento sul pianeta ci sarà una persona in più ad avere un passato di due secondi totale accettazione, visione della perfezione, di ‘ritorno a casa’ e, quindi, di amore incondizionato per se stessa!

Quella persona lo ha provato, sa che è possibile e conosce la differenza tra illusione e realtà.

Questo è quanto.

Inoltre, il mio desiderio sarebbe poi di fare una serata dove i due gruppi (quello delle donne e quello degli uomini) si uniscono e si confrontano.


“Si, in effetti, adesso che mi hai spiegato, ho capito meglio, potrei anche venire!”


Un abbraccio,

Paola


PROSSIMI APPUNTAMENTI

TORINO

"Racconti di Donne" Serata condotta da Paola Costa Martedì 07 gennaio 2020 dalle h.21:00 alle h.23:00

Info e iscrizione obbligatoria a Daniela: daniela@gruppocrisopea.it

TORINO "Racconti di Uomini" Serata condotta da Paola Costa Giovedì 09 gennaio 2020 dalle h.21:00 alle h.23:00

Info e iscrizione obbligatoria a Daniela: daniela@gruppocrisopea.it

MILANO

"L'inesauribile Bellezza di Me"

Seminari in Movimento condotto da Paola Costa Sabato 1° febbraio 2020 dalle h.14:30 alle h.17:30 - 18:00

Info e iscrizione obbligatoria a Daniela: animeenuvole@gmail.com


0 visualizzazioni