AMARE LA PERSONALITÀ #4



...continua dal post precedente...

.

Se io strutturo in me un Centro da cui poter osservare me stesso, vedrò la mia totale perfezione (giustizia divina). Ora, però, sono io a chiedere a voi: da questa visione di Perfezione esisterà ancora la domanda “Come faccio a cambiare?”

Chiaramente non sto parlando di un lavoro di etichettatura, per cui mi osservo/guardo e metto mentalmente l’etichetta “Mi piace” su ciò che vedo.

Sto parlando di un lavoro alchemico di integrazione e trasmutazione, cosa che può avvenire solo se guardo, accetto e amo ciò che vedo di me, dentro di me e fuori da me.

È un lavoro interiore, quasi impossibile da spiegare, ma che si può provare, sentire, direi addirittura gustare.

È un lavoro da cui poter potersi dissetare.

Questo è ciò che è stato per me, un lavoro che in momenti diversi mi ha dato risposte a livelli diversi, ma in generale potrei proprio descriverlo come ciò che mi ha dissetata nell’arsura dell’incomprensione più totale di un mondo apparentemente allo sbaraglio.

La domanda “Cosa devo fare?” o “Come faccio a cambiare?” chi la pone?

La pone una nave in balia della tempesta o il capitano della nave?

È questo ciò che ci deve interessare: CHI FA LA DOMANDA, cioè CHI SIAMO, non COSA RISPONDERE alla domanda.

Il cosa rispondere dipende da chi pone la domanda.


L’osservazione mi conduce a questo, a comprendere quale parte di me mi sta pilotando nei meandri della vita che seguono sempre lo stesso schema: mare quieto oggi, mare in tempesta domani, mare quieto oggi, mare in tempesta domani, una cantilena sempre uguale a se stessa, come un labirinto da cui non si riesce ad uscire. Anzi, più vogliamo uscirne meno riusciamo.

Se, malauguratamente, doveste finire nelle sabbie mobili, cosa fareste?

Dai, provate a rispondere.

..

...

....

.....

......

.......

Le risposte su “COSA” fareste vi riportano a qualche riga sopra, le risposte preconfezionate vanno nell’indifferenziata, il silenzio è fuochino.

Se poi avete avuto un’intuizione del tipo “CHI SONO IO e chi è che sta in preda al panico?” allora ci sono ottime probabilità che, anziché dimenarvi come pazzi (cosa vi porterebbe ad affondare sempre più), possiate scorgere un appiglio a cui aggrapparvi e uscirne.

Ogni desiderio di cambiare scaturisce da un no a ciò che c’è. No, ciò che c’è non va bene. No, ciò che c’è è sbagliato. Oppure: Dio dov’era mentre stava succedendo quel fatto? Quante volte l’abbiamo sentita dire (o detta) questa frase…

Ritenere che il Dio che mette tanto impegno nel creare un’orchidea possa poi distrarsi mentre noi subiamo un’ingiustizia è o non è una follia?

Lo sentite che c’è qualcosa che non torna?…eppure la personalità, prima di cedere il posto all’anima, farà di tutto per puntare il dito verso l’esterno e dire “È colpa sua!” rivolgendosi all’altro, a Dio, al mondo.

Osservarsi, creare un “IO MAGGIORDOMO” o un centro di gravità permanente ci permette di andare al di là della personalità, non perché sia sbagliata, ma perché non è lei il soggetto preposto al comando.L’unico che possa comandare è il capitano…

Paola

PS. Sorridete ogni volta che potete, se non potete farlo con gli angoli della bocca, fatelo con gli occhi, se non potete con gli occhi, sorridete dentro: il mondo ve ne sarà grato.

PROSSIMI APPUNTAMENTI

​​VERONA

domenica 14 aprile 2019

Seminario in movimento dal titolo

"INTEGRARE IL LATO OSCURO DELLA FORZA"

Come accogliere le proprie Ombre e dare spazio alla Luce

Info e iscrizione obbligatoria: risveglioverona@gmail.com

​​TORINO

martedì 16 aprile 2019 @ 21:00 - 23:00

Conferenza dal titolo

"PERSEVERANZA e LEGGEREZZA: due talenti un unico fine."

Info e iscrizione obbligatoria: info@danielacastellani.it

​ROMA

domenica 05 maggio

Seminario dedicato a chi ha già frequentato un Corso di Risveglio - Titolo:

"SFERICITÀ - Lavorare su di sé nella Gioia!"

Info e iscrizione obbligatoria: manuelapaloni@gmail.com

TORINO

sabato 25 maggio 2019 (mattina)

Seminario in movimento

"Solo chi si ama può gioire per davvero!"

Info e iscrizione obbligatoria: risveglioinbellezza@gmail.com

#amore

0 visualizzazioni