PIACERI e DOVERI...



Giorno 1.

Prendi carta e penna.

Dividi il foglio in tre colonne e, nella colonna di sinistra, rispondi (facendo un elenco) a questa domanda: “Durante l’arco della mia giornata, io passo il mio tempo a….”

È un semplice elenco di ciò che occupa le tue giornate.

Non è un esame.

Non ci sarà un voto.

È un piccolo giochetto che faremo insieme!

N. B. Qualcuno mi ha chiesto: "Ma le righe possono essere infinite, oppure possiamo solo indicare 7 cose che ci occupano la giornata, come le righe della tabella?" Risposta: "Le righe possono essere infinite, esattamente come noi...!"​​


...ti consiglio di compilare una colonna al giorno, non avere fretta...

Giorno 2.

Nella seconda colonna, per ciascuna riga (in riferimento all'attività che hai scritto nella prima colonna) indica quanto tempo dedichi (nella tua giornata) a svolgere quella specifica attività.


...ti consiglio di compilare una colonna al giorno, non avere fretta...

Giorno 3.

Nella terza colonna, scrivi il motivo, ciò che ti spinge a compiere l'azione, il motivo per cui fai ciò che hai scritto nella prima colonna.


...in qualunque momento ti venga voglia di aggiungere righe,

lo potrai fare!

Giorno 4.

Scegli due colori, poi con uno cerchia le attività che svolgi per dovere e con l'altro le attività che svolgi per piacere.

La cosa più importante è riuscire a deporre ogni giudizio che hai su ciò che fai e ciò che sei.

Prenditi qualche minuto.

Leggi con calma riga per riga.

Questo foglio rappresenta una semplice fotografia.

Non ci sono 'errori', né cose da correggere/aggiustare.

Questa è la foto di come stai occupando il tuo tempo. Nessuno, nemmeno tu, può giudicare, ma ciò che TU puoi fare è osservare, ascoltare, accogliere ciò che c'è, perché è proprio lì che sta la perfezione.

Se non la vediamo è solo perché è sepolta sotto una fitta coltre di giudizio, ma c'è io lo so.

La vedo, la sento.

Leggi e rileggi il foglio, abbandona ogni "sì, però... sarebbe meglioblablabla....", chiudi gli occhi e ascoltati.

Ripassa una ad una le tue occupazioni e prova a sentire dentro di te se ti nutrono, se ti stancano, se vorresti non farle più, se vorresti farne di più... e prova a stare in contatto con tutto ciò che emerge in te.

Tu sei perfetto.

Dio ha scelto te, fatto esattamente come tu sei, per manifestarsi in un modo tutto speciale:

TU.

Cerca di sentire se in cuor tuo ci sono dei desideri/piaceri a cui non hai mai dato retta.

Prova ad accogliere tutto ciò che emerge, anche se ti possono sembrare cose assurde, sei tu, ascoltale.

Prenditi tutto il tempo che ti serve.

Poi, quando vorrai, prendi un foglio nuovo, senza righe né colonne, e scrivici sopra i tuoi desideri/piaceri, scrivi come ti viene!

Nello scrivere stai in ciò che senti, e se non ti va di usare carta e penna, i tuoi piaceri li puoi cantare, o ballare, o dipingere... o cucinare!

Non porre limiti a ciò che nutre il tuo Essere! ...e prova a fare!

Quando hai finito, rileggi ogni desiderio/piacere e stai in ascolto dell'emozione che senti salire in te.

Poi prova a chiederti..."perché no?".

Senti se quel piacere potrebbe nutrirti...

Molti di noi sono i figli dell'epoca: "Prima il dovere e poi il piacere!", chiaramente senza eccezioni.

Forse è il caso di mollare questa convinzione, questa registrazione, mollare le colpe di chi ci ha cresciuti, insomma, in generale c'è un momento in cui bisogna accogliere e arrendersi...

Ciò che è stato è stato.

Il passato è figlio di Dio esattamente come il presente, ha avuto la propria ragion d'essere, però è passato.

L'Adesso è la nostra casa.

Chi, avendo una casa nuova di zecca: l'Adesso, vorrebbe vivere nella casa vecchia: il passato?

Magari è giunto il momento di "mettere dei fiori nei nostri cannoni", di ammorbidire l'atteggiamento che a volte abbiamo nei confronti di noi stessi e quindi degli altri... e di iniziare a colorare la nostra vita!

Il desiderio, come il piacere, non è una cosa sbagliata e, soprattutto, rinnegarlo o reprimerlo non serve a nulla se non a sentirci sempre peggio, sino ad arrivare addirittura ad ammalarci.

La soluzione è ascoltarci e accoglierci, in ogni nostra parte. In ogni nostra parte.

In ogni nostro meandro, anche il più nascosto, c'è un "pezzetto" di noi che non possiamo abbandonare, né mortificare, né soffocare.

Intercettiamo i nostri desideri e i nostri bisogni e guardiamoli, ci sorprenderanno...

A volte, può darsi, dovremo avere un po' pazienza, ma si può fare, infondo, si tratta solo di un gioco.

Quindi: tre, due, uno... via!

Potremmo scoprire che la modalità "prima il piacere e poi il dovere" è la modalità che ci dà la spinta necessaria per compiere il nostro dovere ancora meglio!

Proviamo, e saremo donne e uomini più nutriti, più felici e più efficaci!

Un abbraccio grande,

Paola

PROSSIMI APPUNTAMENTI

TORINO

CORSO DI RISVEGLIO - 1° ANNO

Cadenza mensile (per un totale di 6 incontri)

Primo incontro: domenica 3 febbraio 2019 (h.10:00 - h.18:00)

Info e iscrizione obbligatoria: risveglioinbellezza@gmail.com

ROMA

Sabato 23 febbraio 2019

Seminario in movimento

"L'INESAURIBILE BELLEZZA DI ME"

Info e iscrizione obbligatoria: manuelapaloni@gmail.com

​​VERONA

anno 2019 (data da definire)

Seminario in movimento dal titolo

"INTEGRARE IL LATO OSCURO DELLA FORZA"

Come accogliere le proprie Ombre e dare spazio alla Luce

Info e iscrizione obbligatoria: risveglioverona@gmail.com

​​TORINO

anno 2019 (data da definire)

Seminario in movimento dal titolo

"L'INESAURIBILE BELLEZZA DI ME"

Info e iscrizione obbligatoria: risveglioinbellezza@gmail.com

RIMINI

anno 2019 (data da definire)

Seminario in movimento dal titolo

"INTEGRARE IL LATO OSCURO DELLA FORZA"

Come accogliere le proprie Ombre e dare spazio alla Luce

Info e iscrizione obbligatoria: gcgiardinodeilibri@gmail.com

#amore #coraggio

0 visualizzazioni