1984 George Orwell



“Sarebbe accaduto, prima o poi. La forza si sarebbe mutata in autocoscienza. I prolet erano immortali: guardando quella vigorosa figura in cortile, non se ne poteva dubitare. Un giorno si sarebbero risvegliati. […] Un giorno quei poderosi lombi avrebbero dato vita a una razza di esseri umani consapevoli di sé. Il futuro apparteneva a loro.

Voi eravate i morti, ma potevate aver parte in quel futuro se mantenevate in vita la mente così come essi mantenevano in vita il corpo, tramandando quella dottrina segreta secondo cui due più due fa quattro…” Tratto da 1984 di Geoge Orwell

La forza e la fiducia devono nascere in noi stessi esattamente come il germoglio dal seme.

Nessuno mai potrà darci né forza né fiducia, perché ciò che arriva dall’esterno non può che essere un effimero palliativo destinato a esserci portato via da quello stesso mondo che ce lo ha dato.

…ma la forza e la fiducia nate in noi, SONO NOI.

Sono la forza di colui che è innocuo e la fiducia di colei che vede nella resa la sapienza della perfezione.

Questo noi siamo, sarebbe sufficiente riconoscerlo esattamente come i “prolet si tramandano quella dottrina segreta secondo cui due più due fa quattro…” è la stessa semplicità, è solo celata sotto strati di confusione.

Non bisogna perdere tempo, ma occuparlo. Stare in ogni secondo e innamorarsene!


17 visualizzazioni